Guadagnare con il trading online: la guida completa

trading online

Se in passato le attività in Borsa erano riservate solo agli operatori finanziari, ora è possibile realizzare dei profitti direttamente da casa grazie alle piattaforme di trading online. Aprire un account ed iniziare ad interagire con i mercati internazionali è un’operazione che sta diventando sempre più semplice e richiede poche mosse. Anzitutto occorre selezionare un broker sicuro quanto affidabile, sia che si operi con le opzioni binarie che con i CFD e le valute internazionali del Forex. Affidarsi alle piattaforme che esibiscono nei propri siti ufficiali le licenze degli enti di regolamentazione delle transazioni online è sempre consigliato, in quanto tali autorizzazioni rappresentano delle garanzie di sicurezza per il trader. Una volta selezionato il broker, si potranno scegliere tra diverse tipologie di account, a seconda delle proposte della società, ognuna associata a dei servizi e a dei bonus di benvenuto, che potranno corrispondere ad una quota fissa o ad una percentuale sul primo deposito versato.

La maggior parte delle piattaforme di trading Forex e di CFD richiede dei versamenti generalmente non inferiori a 100 e 200 euro, mentre con le opzioni binarie si potranno attivare conti anche con un deposito minimo di soli 10 euro. Per finalizzare la procedura di attivazione dell’account, viene di solito richiesta la compilazione di un modulo online, al quale andrà allegata una copia scannerizzata di un documento d’identità. Gli sviluppi dell’home banking e dei servizi di pagamento elettronico hanno reso le procedure di deposito presso un broker particolarmente rapide, e molte piattaforme utilizzano i servizi dei più importanti circuiti delle carte di credito, delle prepagate (come PostaPay) e di PayPal, Skrill o Neteller.

Ancor prima di iniziare ad effettuare i primi ordini con gli importi reali nel trading online, si consiglia sempre di dedicare del tempo alle esercitazioni con un conto demo, che consentirà così di acquisire familiarità con le funzioni dell’interfaccia impiegando delle somme virtuali, senza intaccare il capitale reale dell’account. Solo una volta raggiunta una sufficiente dimestichezza con le funzioni dell’interfaccia si consiglia di iniziare il trading vero e proprio, che richiede prontezza di riflessi, capacità di gestione del rischio e abilità nella lettura degli scenari economici in divenire. Un demo account potrà essere utile proprio per affinare queste competenze e non farsi trovare impreparati al momento di affrontare le turbolenze finanziarie del trading online.

Fonte: http://www.tradingonlineguida.com/corso-trading/guadagnare-online/

Come guadagnare con il trading sui CFD 

Chi non ha mai avuto esperienza di trading con le piattaforme online potrebbe credere che gestire e comprendere i cosiddetti strumenti derivati sia un’attività che richiede competenze finanziare avanzate. In realtà, operare sulle Borse via internet diventa sempre più semplice ed immediato e al fine di realizzare dei guadagni interessanti occorre comprendere alcuni concetti base, imparare ad amministrare il capitale investito ed essere consapevole dei rischi.

I CFD, acronimo di Contracts For Difference, ossia contratti per differenza, sono una prova della facilità con la quale è possibile accedere alle operazioni finanziare tramite un computer ed una connessione internet. Con questo strumento si possono infatti realizzare dei profitti investendo su diversi beni quotati sui mercati finanziari senza dover necessariamente possedere l’asset in questione, come nel caso dell’acquisizione tradizionale di un titolo azionario. Acquistando un’azione di una società, si otterrà un eventuale profitto tramite i dividendi o rivendendo il titolo, in caso di una sua buona prestazione nel medio-lungo termine. In entrambi gli scenari, occorre attendere diversi mesi prima di ottenere i possibili guadagni e si dovrà andare incontro ad una particolare procedura amministrativa. Con i CFD tutto ciò non è più necessario: con le piattaforme di trading online si potrà aprire un conto, versare un deposito e investirne una parte in un asset, come ad esempio un’azione quotata in Borsa. Il capitale investito non verrà utilizzato per acquistare il titolo vero e proprio, bensì per acquisire CFD, il cui valore ricalca il prezzo dell’asset o sottostante. Le oscillazioni delle quotazioni potranno generare un eventuale profitto, che potrà essere realizzato chiudendo la posizione precedentemente aperta.

Si tratta di un sistema sicuramente non nuovo nel mondo della finanza (i derivati venivano utilizzati già nella Borsa di Amsterdam nel XVII secolo), ma che con l’avvento di internet e dei broker online ha permesso a qualsiasi possessore di PC o di smartphone di interagire in tempo reale con i mercati al fine di realizzare dei guadagni anche nell’arco di poche ore. Grazie alle operazioni intra-day è infatti possibile tentare di guadagnare delle somme utilizzando le posizioni lunghe combinate con lo strumento della leva finanziaria, che consente di amplificare i margini del guadagno impiegando somme superiori a quelle effettivamente possedute.

Come guadagnare nel trading sul Forex

Il trading Forex, il mercato delle valute internazionali, consente di realizzare dei profitti speculando sulle quotazioni delle monete. Osservando un’interfaccia di qualsiasi piattaforma, si potrà infatti notare che ogni valuta viene quotata costantemente in base ad un’altra, e questo dà vita alle cosiddette coppie valutarie, dette anche cross: al rafforzamento della prima, segue un indebolimento della seconda, e viceversa. Vediamo tramite un esempio come sia possibile ottenere dei guadagni operando con i cross tramite un computer da casa.

Ammettiamo di voler guadagnare con il trading online e di aver aperto un conto in euro e di voler investire sul cross EUR/GBP, ossia euro / sterlina inglese, la cui quotazione attuale è 0,7927. Ciò significa che ad ogni euro corrispondono 0,7927 centesimi di sterlina e, per contro, una sterlina equivale a 1,2615 euro. Con 100 euro potremo quindi ottenere 79,27 sterline, ed il nostro bilancio aggiornato sarebbe il seguente:

– 100 €
+ 79,27 £

Al fine di guadagnare un profitto da questa operazione, dovremo attendere un ulteriore rafforzamento della sterlina inglese nei confronti dell’euro, che si realizzerebbe se il valore di EUR/GBP si attestasse su una quotazione inferiore a 0,7927, o detto diversamente, nel caso in cui GBP/EUR presentasse un valore superiore a 1,2615. Se la situazione non dovesse mutare, cambiando le 79,27 £ al valore di 1,2615 riotterremo infatti i nostri 100 euro e non avremmo realizzato alcun profitto. Ammettiamo quindi che la quotazione di EUR/GBP sia ora 0,6666, il che equivale al corrispondente GBP/EUR di 1,5001. Questo rafforzamento ci è favorevole, in quanto incrementa il valore delle nostre sterline nei confronti dell’euro. Operando il cambio (79,27 * 1,5001 = 118,91), potremo in questo caso ottenere un guadagno, come si evince dal nuovo bilancio aggiornato:

+ 79,27 £ – 79,27 £ = 0
– 100 € + 118,91 € = + 18,91 €

Il profitto ricavato da questa operazione è quindi pari a 18,91 euro ed è il prodotto del rafforzamento di una valuta (la sterlina) su di un’altra (l’euro). Nel caso contrario, ossia di un suo indebolimento, avremmo subito un passivo, proporzionale all’entità della variazione. Questo dimostra che il guadagno non è sempre automatico nel trading sul Forex, in quanto occorre valutare il grado di rischio di ogni operazione.