Orzaiolo: sintomi e cure naturali

Orzaiolo

Con il termine orzaiolo si definisce l’infiammazione delle ghiandole sebacee a livello delle palpebre. Si presenta come un rigonfiamento rosso della stessa palpebra e sebbene non sia pericoloso può arrecare alla persona colpita molto fastidio.

In situazioni come queste le soluzioni possono essere due: aspettare che passi da solo oppure ricorrere ad alcuni rimedi naturali se l’entità è lieve, oppure in casi gravi è consigliabile rivolgersi al proprio medico curante il quale prescriverà la giusta terapia da prendere in considerazione.

Se in famiglia qualcuno ha l’orzaiolo bisogna adottare alcune misure cautelative del tipo:

  1. utilizzare asciugamani diversi

  2. lavarsi sempre le mani con acqua calda e sapone

  3. non strizzare l’orzaiolo perchè c’è il rischio di contagiare tutta quanta la palpebra

  4. iniziare il trattamento che ora andrò ad illustrare appena si avverte dolore, quindi prima della crescita dell’orzaiolo

  5. se i sintomi che si avvertono tendono a peggiorare consultare immediatamente il proprio medico curante

  6. evitare di truccare gli occhi perchè potrebbe verificarsi un maggior attacco di batteri

  7. lavarsi le mani dopo aver toccato l’occhio

Anche se assomiglia ad un brufolo è di vitale importanza non spremerlo perchè erroneamente a quanti molti pensano, è molto sensibile. Quindi il problema potrebbe peggiorare ancora di più.

Potete trovare alcuni rimedi per curare l’orzaiolo sul sito http://www.orzaiolo.com/

Per poter rafforzare le difese naturali dell’organismo contro i batteri è possibile ricorrere alle proprietà delle bacche di ribes nero. Basta diluire in poca acqua 50 gocce al mattino. Dopo aver imbevuto un bastoncino di cotone, cercare di tamponare con delicatezza l’orzaiolo, avendo l’accortezza di non far entrare il liquido nella parte interna dell’occhio.

Anche i fiori di Eufrasia e Camomilla possono rivelarsi altrettanto utili. La sua procedura è molto semplice: bollire in un pentolino 2 cucchiaini della miscela in questione in 250 ml di acqua. In seguito, filtrare e lasciare intiepidire per una ventina di minuti. Dopodichè è possibile procedere con il lavaggio oculare.